Lo scorso venerdì 6 novembre abbiamo avuto il piacere di ospitare il grande Daniele Ciprì per la prima lezione con i nostri alunni dei corsi di Direzione della Fotografia e Regia.

Regista, sceneggiatore e direttore della fotografia, noto al panorama cinematografico italiano per i suoi lavori alla regia con Franco Maresco nel duo Ciprì e Maresco, nel 2020 vince il David di Donatello come migliore autore della Fotografia con il film “Il Primo Re”.

Alunni e docenti aspettavamo con grande fermento questo primo incontro che non ha tradito le aspettative e la fama che precedono il Maestro Ciprì.

Mattatore di una lezione di quattro ore senza pausa, ha mantenuto un’attenzione incredibile da parte dei partecipanti tutti con un unico comune denominatore: il Cinema.

“Il cinema va sentito, ti devi ammalare, il regista è ammalato di cinema!” – tra le più belle dichiarazioni del regista durante la lezione;
“Guardando in macchina mi emoziono (…) la tecnica non è il cinema , la tecnica è INSIEME al cinema”
Con questi concetti ha raccontato la sua idea di cinema ed impostato il lavoro con cui coinvolgerà la scuola Piano Focale ed i suoi allievi nella realizzazione del cortometraggio che avrà come cornice la città di Palermo esaltando la Sicilia: “la Sicilia ed i siciliani sono la soluzione, cinema, cinema, cinema!”.

Durate la lezione, in un clima magico e surreale costruito da Ciprì, i nostri allievi si lanciano in suggerimenti ed ipotesi che come legna alimentano il fuoco cinematografico del Maestro.
Il coinvolgimento degli allievi è totale: dalla scelta delle location alla discussione sulla scenografia ed i costumi, ai dialoghi degli attori.

Osservando Daniele Ciprì insieme agli insegnati e tutti gli allievi di Piano Focale si può percepire quanto la passione riesca a muovere le persone nonostante le difficoltà della didattica a distanza. Tutti uniti per un unico obbiettivo: FARE CINEMA.