SCUOLA DI
CINEMA
INDIPENDENTE //

PIANO FOCALE

La
SCUOLA

La Scuola di cinema indipendente Piano Focale viene fondata da Giuseppe Gigliorosso,  regista e sceneggiatore cinematografico, e soprattutto dalla volontà di Eikona Film a.p.s., a Palermo nel novembre 2017.

Piano Focale è una scuola aperta a tutti gli appassionati di cinema senza alcun limite di età.

L’obbiettivo della scuola è quello di riuscire a formare nuovi professionisti nell’ambito cinematografico con una particolare attenzione per gli aspetti creativi e pratici.

CORSO DI RECITAZIONE
con
Alessio Vassalo

Il corso si è concluso.
Seguiteci per nuove iniziative!

I NOSTRI
OSPITI

Claudio Gioè

Claudio Gioè ospite della scuola di cinema Piano Focale nell’aula Schembri della residenza universitaria “Santi Romano” a Palermo.
L’incontro è stato organizzato in collaborazione con l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio (ERSU)
L’evento è stato aperto anche a tutti gli studenti dell’università di Palermo. Nel corso dell’incontro sono state proiettate foto e brevi filmati che hanno ripercorso la carriera dell’attore. È stato ricreato un “salotto cinematografico” dove pubblico è intervenuto.

Foto di Manuele Cirà.

Ficarra e Picone

I due comici siciliani hanno tenuto una lezione sul loro cinema. Ripercorrendo la loro carriera hanno approfondito il loro rapporto con la regia, la recitazione, la comicità, la scrittura e la produzione. Attraverso un dibattito si è parlato del tema della legalità fortemente trattato nel loro ultimo film “L’ora legale”, un confronto  su tematiche importanti ma sempre piacevolmente condito da risate spontanee e momenti di piacevolissima ilarità.

Pif

Prelevato dal set di “Momenti di trascurabile felicità”, per la regia di Daniele Luchetti, in cui era impegnato in quel momento come attore,  ha ripercorso con gli allievi  i momenti chiave della sua carriera, dall’ideazione de “Il Testimone” fino al suo ultimo film come regista “In guerra per amore”. Il tema centrale della lezione è stata la differenza tra linguaggio televisivo e  cinematografico e quindi nel suo specifico il suo passaggio da personaggio televisivo a regista ed attore del grande schermo.

Aurelio Grimaldi

Lo scrittore e regista Siciliano ha raccontato la sua singolare carriera, dal successo di “Mary per sempre” alle difficoltà produttive sempre crescenti degli ultimi anni (comunque costellati da numerosi film, 17 da regista in totale) aprendosi così ad un’ampia riflessione sul cinema. Grimaldi non ha mancato di analizzare sia gli aspetti artistici, soffermandosi soprattutto sul rapporto tra scrittura e trasposizione cinematografica. Il regista ha condotto una lucida e acuta analisi sulle difficoltà del cinema italiano odierno.

Paride Benassai

L’attore palermitano ha raccontato la sua carriera partendo dal teatro che lo ha visto come interprete, sin dall’età di 10 anni, per poi passare alle sue esperienze cinematografiche (Baaria di Giuseppe Tornatore, Il 7 e l’8 e L’ora legale di Ficarra e Picone etc…) concentrandosi in particolare sulle differenze interpretative tra il teatro e il cinema.

Rocco Mortelliti

Il regista del “La scomparsa di Patò” ha discusso con gli allievi del valore della maschera sia nel teatro che nel cinema. partendo.  Maschera che mantiene nel mondo dell’arte un importanza fondamentale. Mortelliti ha poi raccontato la sua esperienza nel realizzare il film tratto dal libro di Andrea Camilleri “La scomparsa di Patò” approfondendo la sua idea di regia e il rapporto tra opera letteraria ed opera cinematografica.

Alessio Vassallo

L’attore Palermitano noto ai più per il ruolo di Mimì Augello nel “Il giovane Montalbano” dopo aver raccontato le sue esperienze più rilevanti tra teatro, televisione e cinema ha tenuto una lezione sulle tecniche attoriali coinvolgendo tutti gli allievi in esercizi e allenamenti propedeutici al lavoro dell’attore. Attraverso ciò Vassallo ha potuto spiegare il suo punto di vista sull’attore e il cinema.

Roberto Alajmo

Lo scrittore palermitano ha tenendo una lezione sulla sua idea di racconto e sulle tecniche narrative, focalizzando poi l’attenzione sulla sua esperienza di scrittore dalla cui opera è stato tratto il film “E’ stato il figlio”  per la regia di Daniele Ciprì. Si è soffermato poi sulle differenze tra opera letteraria e cinematografica e sul concetto di trasposizione.

Filippo Orobello

Con ben 32 tra film, documentari e film TV (Il 7 e l’8, Natale a Rio, Manuale d’amore etc..) Filippo Orobello aiuto regia di professione ha incontrato gli allievi di Piano Focale per spiegare loro il ruolo dell’aiuto regia, un ruolo che per i non addetti ai lavori è spesso frainteso o sottovalutato. Attraverso il racconto dei suoi lavori più significativi Orobello è riuscito a chiarire l’importanza della sua professione in un set cinematografico. Ha illustrato le responsabilità che questo ruolo comporta condendo la sua lezione con preziosi aneddoti e storie di set.

Sergio Vespertino e Maurizio Bologna

Vespertino e Bologna hanno parlato dell’esperienza fatta sul set del film  “In guerra per amore” di Pif  film vincitore del David di Donatello  Giovani.  I due attori palermitani, che hanno interpretato magistralmente una coppia di disperati, uno zoppo e uno cieco, commenteranno scene del film, parleranno del rapporto con il regista e con le varie maestranze,  racconteranno aneddoti e analizzeranno il lavoro dell’attore nella costruzione del personaggio. 

Una lezione-incontro con il pubblico a trecento sessanta gradi. Una lezione di cinema di chi il cinema lo fa.

Andrea Morini

Andrea Morini, responsabile della programmazione del cinema Lumière della Cineteca di Bologna, incontra gli studenti di Piano Focale.

piano focale logo

È un corso di studi di cinema teorico e pratico libero e indipendente aperto a tutti

Per tutti gli appassionati di cinema c’è un mondo nuovo da scoprire!

Piano Focale è la scuola di cinema che ti insegna a realizzare un film indipendente a basso costo